spa - 5 modi per riattivare la speranza nel quotidiano

Che coraggio ha la speranza. Va a parlare con i sogni, con l’altrove e con le attese. Fabrizio Caramagna

Tra speranza e leggerezza c’è una meravigliosa comunione di intenti, tutta da scoprire.

Da un po’ di tempo avanziamo nell’incertezza di cosa accadrà, nel dubbio se questo strano periodo finirà oppure si protrarrà ancora per molto. Se entriamo nel mondo dei “detti” di sicuro ti ricorderai quello che dice “la speranza è l’ultima a morire”. E allore perché non tenerla in vita propria ora?

 

IL SIGNIFICATO DELLA PAROLA

Ricordo che parecchi anni fa, insieme ad altre due mie colleghe counselor e in occasione del diploma di Counseling, avevo dato vita ad un laboratorio dal titolo “SPA – Speranza in Azione”. Due ore di tempo da trascorrere insieme per contattare e agire questa preziosa risorsa, presente in ognuno di noi.

Come prima attività avevamo scelto di dare modo a ciascun partecipante di definire il proprio concetto di speranza. Perché è importante questo aspetto? Perché la convinzione che vige dentro di te rispetto ad un preciso tema e il significato che per te ha una determinata parola fanno decisamente la differenza affinché la stessa possa avere possibilità di diffondersi nella tua vita oppure no.

Spesso a questo termine è associato un significato simile all’ottimismo, altrettanto spesso pensare alla speranza vuol dire in un certo qual modo lasciarsi andare all’essere passivi, sperando accada qualcosa di bello.

Partiamo proprio da qui.

Cosa significa per te speranza?

 

La maggior parte delle cose importanti nel mondo sono state compiute da persone che hanno continuato a provare quando sembrava che non ci fosse alcuna speranza. Dale Carnegie

 

riattivare la speranza - fabiana creatrice di leggerezza

Photo by Nick Fewings on Unsplash

 

 

L’INVERNO SI TRASFORMA SEMPRE IN PRIMAVERA

La vita ci porta ad affrontare quotidianamente momenti di sofferenza e difficoltà, più o meno pesanti e profonde. In questi momenti poter attingere questa risorsa presente dentro di noi è di fondamentale importanza.

C’è una bellissima frase nel Buddismo di Nichiren Daishonin portato avanti dal presidente della Soka Gakkai Daisaku Ikeda che dice “L’inverno di trasforma sempre in primavera”. In questa frase ci leggo una profonda radice di speranza. Credere che all’inverno faccia seguito sempre la primavera è come dire che per quanto lungo possa essere il periodo del freddo, del gelo, del rigore ad esso farà sempre seguito un periodo in cui di nuovo i fiori e le piante torneranno a germogliare prima e a fiorire poi. Nulla potrà mai bloccare questa naturale evoluzione.

Credere che tutto prima o poi possa ritornare a sbocciare significa avere speranza, credere che per quante sofferenze e difficoltà si possano presentare da affrontare, riusciremo a trovare una soluzione e a riportare l’equilibrio nel nostro quotidiano.

                                                                             

Per quanto siano avverse le circostanze, finché nutriamo speranza non potremo mai essere sconfitti; finché nutriamo speranza, possiamo continuare ad avanzare." Daisaku Ikeda

 

SPERANZA E LEGGEREZZA, AMORE UNICO

La speranza apre le porte e la leggerezza ti aiuta ad attraversarle.

Quando affronti la vita con speranza ti predisponi ad accogliere ciò che giunge con apertura, senza giudizio, con ottimismo e voglia di procedere anche con le difficoltà.

Alla radice di entrambe queste parole c’è una caratteristica: amore per la vita.

Un amore incondizionato, che non si ferma di fronte a nulla e che, davanti agli ostacoli, trova il modo di superarli mettendo in pratica soluzioni nuove. E questo è anche ciò che caratterizza la mia amata Leggerezza, una predisposizione alla vita nella certezza che c’è sempre un modo

 

primavera e speranza fabiana pozzi

Photo by raquel raclette on Unsplash

 

5 MODI PER RIATTIVARE LA SPERANZA NEL QUOTIDIANO

E dunque, nel concreto, come è possibile fare in modo che questa preziosa risorsa che è già presente in ognuno di noi possa essere attivata al momento giusto?

 

METTI UN’AZIONE

Di sicuro attivare la speranza non significa aspettare e sperare che qualcosa accada, che l’arcobaleno si manifesti in cielo, che un bel ragazzo suoni alla tua porta chiedendo se vuoi uscire con lui, che un datore di lavoro qualsiasi ti contatti per offrirti uno stipendio da favola.

La speranza si attiva in modo concreto attraverso l’azione. Un’azione anch’essa il più possibile concreta, mirata e determinata ad ottenere un risultato. Un’azione che parte dalla chiarezza del tuo intento e che si concretizzi in una dose di energia che sa esattamente come muoversi e dove andare.

Quindi se vuoi attivare speranza:

  • Prega con un intento
  • Rivolgiti domande intelligenti e utili
  • Sii disposta ad essere aperta anche di fronte alle difficoltà
  • Guarda alla soluzione e non al problema

 

IMPEGNATI

Anche quando le situazioni che ti ritrovi ad affrontare sono strong, importanti, ostiche non dimenticare mai di metterci il tuo impegno, di credere di avere un ruolo nel poter trasformare la situazione perché il tuo contributo è unico e determinante.

Impegnarti significa non dare per scontate tante cose, non mollare mai, non credere di non potercela fare di fronte alle situazioni che appaiono più grosse di te. O ancora meglio, impegnarti significa sapere ed essere certa di poter mettere il tuo contributo sempre, avanzare e continuare a compiere un piccolo passo alla volta nella certezza che questo ti aiuterà a progredire, sentire di poter fare la differenza e di poter trovare una soluzione.

 

RESPONSABILIZZATI

Attivare la tua responsabilità ha un significato ben diverso dal dovere e dall’obbligo. Significa riconoscere che se desideri un risultato diverso da quello che hai ottenuto fino a quel momento occorre che tu metti in campo qualcosa di diverso rispetto a ciò che hai fatto fino ad ora.

Responsabilità nel senso di abilità a rispondere ai tuoi bisogni. Chiediti quindi quali sono i tuoi bisogni primari in quella specifica situazione e poi attivati per trovare il modo per soddisfarli:

  • Puoi chiedere aiuto a chi c’è passato prima di te
  • Puoi imitare qualcun altro che l’ha già fatto
  • Puoi accettare un consiglio
  • Puoi domandare l’intervento di un professionista che stia al tuo fianco

 

MOTIVATI

La persona che può motivare maggiormente te stessa sei proprio tu. Il che significa che se ti accorgi di avere delle convinzioni limitanti sulla speranza che non ti aiutano per nulla ma non fanno altro che boicottarti, beh fermati e cambiale.

Se non ci credi tu prima di tutto chi vuoi che ci creda al posto tuo?

 

SII DISPOSTO A CAMBIARE STRATEGIA

Come di ti dicevo poco fa, se fino ad oggi sei stato preda della paura accorgendoti che questo ti ha fatto perdere tempo, occasioni, opportunità di crescita, puoi decidere di spostarti da lì e cambiare strategia. Te lo dico perché a volte, pur sapendo razionalmente che qualcosa non è buono per noi, non è così facile riuscire a prendere un’altra strada.

Ma una cosa è certa: se inizi a vedere questo, allora sei già a buon punto.

 

Se io avessi una botteguccia
fatta di una sola stanza
vorrei mettermi a vendere
sai cosa? La speranza.”
Gianni Rodari

 

 

 

 

Pubblicato il: 11/10/2021

Chi sono

Fabiana Pozzi

Ti aiuto a CREARE equilibrio e benessere nel tuo quotidiano, attraverso l’ascolto di te e dei tuoi bisogni, agevolandoti nella riscoperta delle risorse che migliorano la qualità della tua vita, rendendola esattamente ciò che desideri.

Scopri di più

Seguimi

Rubriche

In tutto ciò che devi far il lato bello puoi trovar Mary Poppins Sei pronta per un primo passo verso la tua Leggerezza?  AlloraLeggi tutto

23/04/2021

Ieri è storia... domani è un mistero... oggi è un regalo ed è per questo che si chiama presente! Eleanor Anna Roosevelt Vivere ilLeggi tutto

07/05/2021

Due sfumature di ciò che intendo quando parlo di Leggerezza, affinchèLeggi tutto

28/03/2021

Come migliorare la tua autostima partendo dal tuo corpo

17/05/2021

Seguimi su Instagram

fabiana_creatricedileggerezza